Campagna per il contrasto dell’abusivismo nella mediazione creditizia

Tu di chi ti fidi?

Nell’ambito del “Protocollo d’intesa recante linee guida comuni per il contrasto al fenomeno dell’esercizio abusivo dell’attività di intermediazione del credito”, sottoscritto dall’OAM con Abi, Afin, Andafin, Assifact, Assilea, Assofin, Assomea, Assoprofessional, Fenafi, Fiap, Fimec, Ufi in data 8 novembre 2013, è stata lanciata la campagna informativa per il contrasto all’abusivismo nella mediazione creditizia “Tu di chi ti fidi?” che ha l’obiettivo di informare i clienti che entrano in contatto con gli intermediari del credito, circa:

• i requisiti di professionalità ed onorabilità richiesti al mediatore creditizio nell’esercizio dell’attività di collocamento;
• i diritti e le tutele previste per i consumatori che si interfacciano con questa figura professionale.

Tu di chi ti fidi? guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=qOMaSbIyzNE


 

Segnala un abusivo

L’Organismo degli Agenti e dei Mediatori (OAM) è impegnato nella prevenzione del fenomeno dell’abusivismo. L’Ufficio Vigilanza dell’OAM acquisisce e tratta gli esposti provenienti da terze parti e le notizie – purché sufficientemente strutturate – comunque acquisite, provvedendo a curarne la relativa registrazione, l’attività istruttoria in merito alle situazioni rappresentate nonché la conservazione della documentazione

Con l’esposto all’OAM si possono quindi segnalare soggetti che si presume stiano svolgendo l’attività riservata ad Agenti e Mediatori senza aver ottenuto dall’OAM la necessaria autorizzazione ad esercitare l’attività.

Questo strumento, infatti, è importantissimo perché può contribuire alla lotta contro l’abusivismo.

Segnala un abusivo: https://www.organismo-am.it/vigilanza/trasmetti-un-esposto