ARTICOLO 16

Collegio dei Revisori

L’Assemblea nomina ogni tre anni cinque Revisori, di cui tre effettivi e due supplenti, scelti fra i candidati presentati dagli Associati Ordinari, salvo uno degli effettivi e uno dei supplenti che sono scelti fra i candidati presentati dagli Associati Corrispondenti se esistenti.

Per quanto riguarda le norme sulla decadenza dei Revisori vale quanto statuito all’ Articolo 11 per i membri del Consiglio.

Il Presidente del Collegio è il Revisore più anziano di età, che provvede a convocare le riunioni.

I Revisori curano il controllo delle spese, sorvegliano la gestione amministrativa dell’Associazione e ne riferiscono all’Assemblea; essi hanno facoltà di intervenire, senza diritto al voto, alle riunioni del Consiglio e del Comitato Esecutivo.

Il Collegio dei Revisori si riunisce almeno tre volte all’anno.

Una di tali riunioni sarà tenuta nel mese che precede quello in cui l’Assemblea sarà chiamata ad approvare il bilancio consuntivo e preventivo di ogni esercizio.

Il Collegio dei Revisori controlla il prospetto di bilancio predisposto dal Consiglio e lo accompagna con una propria relazione.

Il Revisore che non partecipi, senza giustificato motivo, a due riunioni consecutive del Collegio decade dalla carica ed è sostituito automaticamente dal Revisore supplente che abbia ottenuto più voti nella Assemblea che lo ha nominato, oppure, a parità di voti, più anziano per età.